Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

GAZA: RISOLUZIONE ONU RESPINTA SIA DA HAMAS CHE DA ISRAELE


GAZA: RISOLUZIONE ONU RESPINTA SIA DA HAMAS CHE DA ISRAELE
09/01/2009, 12:01

Come era assolutamente prevedibile, la risoluzione ONU sul cessate il fuoco a Gaza, frutto di un eccesso di compromessi per scavalcare il veto degli Stati Uniti, è stata respinta tanto dagli israeliani quanto dai palestinesi. Hamas l'ha respinta in quanto mette vittime e carnefici sullo stesso piano: infatti, per farla accettare ai partecipanti statunitensi, la risoluzione sorvola allegramente sul fatto che c'è in corso una invasione del territorio palestinese da parte dei soldati israeliani e sui bombardamenti israeliani che hanno provocato centinaia di vittime. Ma anche il governo israeliano, per bocca del premier Tzip Livni, ha respinto la risoluzione, limitandosi a dire che non corrisponde agli interessi israeliani e che quindi non verrà rispettata.

Nel frattempo si viene a sapere di altri fatti tragici. Come per esempio il fatto che i soldati israeliani a Gaza nei giorni scorsi avevano rastrellato 110 palestinesi, di cui oltre la metà erano bambini, e li avevano costretti ad entrare in una abitazione, che poi è stata pesantemente bombardata. Oltre 30 i morti, quasi tutti gli altri sono stati feriti.

E quest'ultimo è un episodio insieme gravissimo e rilevatore. Gravissimo, perchè sono stati uccisi dei civili inermi, che si erano arresi sperando di avere salva la vita in questa maniera. Rivelatore perchè dimostra più di tante parole quali sono le reali intenzioni di Israele: sterminare i palestinesi, cancellarli dalla carta geografica.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©