Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Nickell: "Il bianco Natale per rallentare l'economia"

GB, danza della neve contro la crisi


GB, danza della neve contro la crisi
07/12/2011, 19:12

LONDRA - Per essere sicuri di evitare il doppio carpiato e sprofondare in una seconda recessione c'è solo una cosa da fare per la Gran Bretagna: pregare che nevichi, e tanto, prima dell'anno nuovo. Il bianco Natale, ha detto ai deputati Stephen Nickell, analista del Tesoro, farebbe infatti rallentare - ulteriormente - l'economia britannica che, però, nel primo quarto del 2012 «rimbalzerebbe» recuperando il terreno perduto. Il trucco statistico, sebbene non avrebbe nessun impatto benefico per l'economia reale, sarebbe in grado di evitare alla Gran Bretagna le stimmate della recessione, male che si conclama solo al secondo trimestre consecutivo di segno meno davanti al Pil. Il rischio di un'altra brusca frenata è d'altra parte concreto. L'Ufficio per la Responsabilità Contabile ha infatti rilevato una possibilità su tre di una doppia recessione. Altre analisi sostengono che la probabilità sia anche più alta. Ecco allora che le «pesanti nevicate» sarebbero la miglior assicurazione. Le attività produttive, ha spiegato Nickell, tendono infatti in caso di neve ad essere «rallentate» più che «ridotte». Il giochetto però non funziona se le precipitazioni dovessero avvenire già nel nuovo anno. «Deve nevicare nel quarto trimestre», ha specificato Nickell. Facile dunque capire cosa abbiano chiesto a Babbo Natale David Cameron e George Osborne nelle loro letterine. Vista la situazione, ogni aiuto è il benvenuto.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©