Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ma loro rifiutano di riconoscere i documenti degli Usa

Gb: la nazionale irochese di lacrosse bloccata all'aeroporto, documenti non validi


Gb: la nazionale irochese di lacrosse bloccata all'aeroporto, documenti non validi
15/07/2010, 15:07

LONDRA - Devono giocare i Campionati del Mondo a Manchester, ma sono bloccati all'aeroporto e da lì difficilmente potranno svincolarsi. Parlo della nazionale irochese di lacrosse, uno sport che ricorda un po' l'hockey, solo che si gioca su prato e si usa una mazza che finisce con una specie di retino per acchiappare le farfalle; solo che invece si acchiappa la palla. E' un gioco quasi sconosciuto in Italia, ma molto diffuso in altri Paesi, soprattutto negli Usa. Infatti ad inventarlo furono una delle tribù di pellerosse che vivevano nella zona al confine tra gli attuali Stati Uniti e Canada. Parlo degli Irochesi, una tribù che faceva parte delle Sei Grandi Nazioni di pellerossa. Memori di un passato tanto augusto, rifiutano di riconoscere Stati come gli Usa o il Canada ed usano documenti della Nazione Irochese. Per accordi interni, nel loro territorio non hanno problemi, ma negli aeroporti ne hanno qualcuno in più. Già alla loro partenza con l'aereo dagli Usa, sono rimasti bloccati per 5 giorni, perchè non veniva concessa loro l'autorizzazione a partire con i soli documenti irochesi; al punto che è dovuto intervenire il SOttosegretario di Stato Hillary Clinton, affinchè venisse concessa una dispensa. Tutto risolto? No, perchè gli stessi problemi ora ci sono al di là dell'Atlantico. E se non si trova una soluzione in fretta i giocatori rischiano di saltare il Campionato del Mondo di lacrosse.
QUali soluzioni possibili? Un diplomatico inglese è stato chiaro: quei documenti andrebbero bene, se ci fosse anche il passaporto canadese o statunitense. Ma sono documenti che i giocatori non hanno, non riconoscendo quegli Stati. E allora? Cosa si può fare?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©