Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

GEORGIA: PIU' DURI I CONTROLLI PER I CITTADINI RUSSI


GEORGIA: PIU' DURI I CONTROLLI PER I CITTADINI RUSSI
30/08/2008, 13:08

La Georgia irrigidirà le procedure per il rilascio di visti ai cittadini russi dopo la decisione del Cremlino di riconoscere due regioni ribelli georgiane. Lo ha annunciato oggi il governo di Tbilisi. Finora ai cittadini russi veniva garantito il visto per entrare nella vicina Georgia alla frontiera. Ma dall'8 settembre i russi potranno ottenere il visto solo nei consolati e negli uffici diplomatici georgiani, come si legge in un comunicato del ministero degli Esteri. Chi richiede il visto dovrà fornire una lettera di invito e i visti potranno essere rilasciati per motivi familiari, di affari o per ragioni umanitarie. Ieri Tbilisi ha deciso di interrompere le relazioni diplomatiche con Mosca dopo il riconoscimento di Ossezia del Sud e Abkhazia. Il ministero degli Esteri ha detto che informerà l'ambasciatore russo della decisione di tagliare i rapporti diplomatici per iscritto prima di richiamare i suoi diplomatici da Mosca. La Russia a sua volta ha annunciato la chiusura dell'ambasciata a Tbilisi. La crisi tra Mosca e Tbilisi è esplosa questo mese quando la Georgia ha inviato le proprie truppe in Ossezia del Sud per riprendere il controllo della provincia ribelle, scatenando una massiccia controffensiva russa, fortemente criticata dalla comunità internazionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©