Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'ex pastore evangelico

Germania: chi è il nuovo presidente Joachim Gauck

Viene considerato un leader politico carismatico

Germania: chi è il nuovo presidente Joachim Gauck
18/03/2012, 22:03

BERLINO - Joachim Gauck, ex pastore evangelico, militante dei diritti civili della ex Ddr, che a 72 anni, è diventato oggi presidente della Repubblica federale tedesca. Un libricino bianco, di 60 pagine, dal titolo "Libertà", comparso in tutte le librerie dal momento della sua designazione un mese fa, ha contribuito a propagandare i pensieri del presidente. "Io chiamo la libertà degli adulti responsabilità", si legge in un passaggio. In essa "è iscritta una promessa che vale per ciascuno e per tutto il mondo: e cioé che non siamo condannati a fallire", si legge in un altro.

BIOGRAFIA - Nato a Rostock nel 1940, Gauck è stato confrontato fin dall'infanzia con la brutalità della storia: suo padre è stato prigioniero di un lager in Siberia a lungo, quando Joachim aveva solo sei anni. Come pastore evangelico ha subito l'ostilità del regime della ex Ddr nei confronti dei religiosi. Da dissidente ha fondato un movimento civico 'il Nuovo foro', animando la resistenza contro il regime. Dopo la caduta del muro nel 1990 è stato nominato commissario federale per gli archivi della Stasi, l'ex polizia politica dell'Est, e qui è rimasto fino al 2000, guidando un'istituzione che avrebbe poi preso il suo nome, 'Gauck Brhorde', anche perchè lui, un feroce anticomunista, è stato il primo a denunciare sistematicamente i delitti della Stasi. Dopo la riunificazione Gauck si separa dalla moglie Gerhilde, da cui ha avuto quattro figli, e dalla quale non ha però mai divorziato. Da dodici anni la sua compagna di vita è Daniela Schadt, una giornalista originaria dell'Assia, di venti anni più giovane, da oggi First lady, ma che ha già detto di non ritenere giusto sposarsi, come molti consigliano, solo per esigenze di protocollo. Il figlio di Gauck, medico ad Amburgo, ha raccontato però alla Faz di un padre assente, che riempiva la casa di gente le poche volte che rientrava.

IL PROFILO POLITICO -  A parte le vicissitudini private, sul fronte pubblico è un uomo di cui la Germania si fida (l'80% degli intervistati in un sondaggio della Ard lo ritiene credibile), e a Gauck viene riconosciuto talento retorico. In una parola, carisma. Nel 2010 è stato sconfitto alle presidenziali, ma il suo avversario Christian Wulff, sostenuto da Angela Merkel, è riuscito a strappare la vittoria solo alla terza votazione. Oggi, designato da quattro partiti su 5, nonostante il malumore della cancelliera con la quale condivide le origini tedesco-orientali, Gauck ha vinto alla prima tornata, (battendo Beate Klarsfeld, la famosa cacciatrice di nazisti, proposta dalla Linke) con ben 911 voti.

Commenta Stampa
di G.B.
Riproduzione riservata ©