Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Abbattuti centinaia di capi di un allevamento

Germania: diossina anche nella carne di maiale

Nessuna iniziativa dei produttori di mangimi

Germania: diossina anche nella carne di maiale
11/01/2011, 11:01

BERLINO (GERMANIA) - Il mangime per animali alla diossina non ha colpito solo le galline (e quindi le uova), ma anche gli animali. Lo dimostra l'accertamento fatto sugli allevamenti di maiali in Bassa Sassonia, dove è stato trovato un allevamento i cui animali registrano livelli di diossina elevatissimi, oltre i limiti di legge. Un altro allevamento, nella stessa zona, ha animali in condizioni simili, anche se i dati mostrano che è ancora entro i limiti, anche se per poco. Il portavoce del Ministero dell'Agricoltura, Gert Hahne, ha comunicato alla stampa che centinaia di capi avvelenati sono stati abbattuti e le loro carcasse saranno distrutte.
Intanto ieri le principali società che producono mangimi in Europa si sono riunite, per discutere di una proposta di autoregolamentazione per il settore. Alla fine è stato consegnato alla stampa un comunicato ottimistico, in cui si prevede di raggiungere l'obiettivo entro il mese; ma Frederic Vincent, portavoce del Commissario alla salute John Dalli, ha chiarito: "In realtà la riunione di ieri è stata deludente, perché non è stata presentata alcuna proposta concreta. Noi pensiamo di intervenire prima della fine del mese". Per ora l'unica cosa su cui sono tutti d'accordo è di distanziare le catene di fabbricazione dei grassi alimentari da quelle dei grassi industriali, in modo da evitare contaminazioni con sostanze velenose o tossiche.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©