Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

La cancelliera Merkel annulla viaggio in Italia

Germania, presidente Wulff si dimette: "Ho sbagliato"


Germania, presidente Wulff si dimette: 'Ho sbagliato'
17/02/2012, 11:02

BERLINO (GERMANIA) - Sta velocemente precipitando la situazione in Germania, dove il Presidente della Repubblica Christian Wulff potrebbe rassegnare in giornata le dimissioni. Da due mesi la Procura di Hannover lo sta indagando, per aver ottenuto un prestito da 500 mila euro da un imprenditore suo amico ad un tasso del 4%, considerato di favore; più diu recente sono stati scoperti tre pernottamenti in un albergo dell'isola di Sytte (per un totale superiore ai 750 euro) anche questi pagati da un imprenditore suo amico. In quest'ultimo caso, Wulff ha sostenuto di aver rimborsato la somma in contanti. Per questi due episodi, che possono costituire reato di interesse privato in atti di ufficio, la Procura ha chiesto l'autorizzazione a procedere al Bundestag (il presidente gode della stessa immunità dei parlamentari; l'unica differenza è che per decidere su una richiesta del genere, deve riunirsi il Parlamento in seduta plenaria).
Alle 11 è stata convocata una conferenza stampa da parte di Wulff, e molti si aspettano che rassegni le sue dimissioni. Per questo la Cancelliera Angela Merkel ha deciso di annullare il viaggio previsto in Italia per oggi (doveva incontrarsi sia col Presidente del Consiglio Mario Monti che col Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano) e restare nel suo Paese, per gestire la crisi.

Aggiornamento ore 11.40

Come previsto, il presidente Wulff ha annunciato le sue dimissioni. Nella conferenza stampa,indetta per le 11 di questa mattina, ha spiegato il perchè: "Ho fatto degli errori, ma sono stato sempre in buona fede. C'è bisogno di un presidente che possa dedicarsi completamente alle sfide europee e abbia fiducia ampia dei cittadini. Gli sviluppi di questa settimana hanno dimostrato che questa fiducia non c'è più e quindi non c'è altra possibilità che abbandonare questa carica: oggi perciò mi dimetto". Poi ha proseguito dicendo: "Lascio la strada libera al mio successore. Il presidente del parlamento insieme al capo di governo sceglieranno il prossimo successore. Giovedi ne parleranno".
Il Presidente della Camera, Horst Seehofer, gestirà la transizione, fino alla nomina del nuovo Presidente.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©