Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'uomo si era preparato con una videocamera collegata al web

Germania: tenta di attaccare una sinagoga, poi uccide due passanti


Germania: tenta di attaccare una sinagoga, poi uccide due passanti
10/10/2019, 16:43

HALLE (GERMANIA) - Tanta paura e due morti: questo il bilancio dell'azione effettuata mercoledì pomeriggio da Stephan Balliet, 27enne dichiaratamente aderente all'estrema destra. L'uomo si è munito di 4 chilogrammi di esplosivo e di armi da fuoco e si è diretto verso la sinagoga di Halle, città tedesca. Quando è arrivato, però ha trovato il portone chiuso e allora se l'è presa con due passanti, uccidendo una signora che passava poco lontano e un uomo che mangiava in un locale di kebab a circa 500 metri di distanza. L'uomo voleva la strage in diretta: infatti aveva una videocamera montata sul casco e l'aveva collegata ad Internet, in modo che potesse essere visto tutto in diretta. Fallito il suo attacco si è allontanato in macchina, ma è stato fermato dalla Polizia poco lontano. 

Secondo quello che si è scoperto dopo, l'uomo aveva pianificato l'attentato da almeno una settimana, cioè da quando aveva pubblicato un manifesto on line nel quale dichiarava le proprie intenzioni. Ossia di voler colpire il maggior numero di "anti-bianchi" possibile, in special modo ebrei. Per questo aveva deciso di agire il giorno dello Yom Kippur, festa religiosa per gli ebrei. Tuttavia resta la stranezza del suo comportamento: parte per uccidere gli ebrei e poi uccide due bianchi non ebrei? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©