Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ora ci sarà un referendum all'interno della Spd

Germania: varato l'accordo per le larghe intese della Merkel


Germania: varato l'accordo per le larghe intese della Merkel
27/11/2013, 09:55

BERLINO (GERMANIA) - Dopo due mesi di contrattazioni ed accordi, la Cdu/Csu della Cancelliera Angela Merkel e la Spd di Sigmar Gabriel sono giunti ad un accordo su cui basare un governo di larghe intese. Adesso l'accordo dovrà essere sottoposto a conferma da parte dei 470 mila militanti della Spd e, in caso di affermazione dei sì, a metà dicembre la Merkel dovrebbe iniziare a guidare il suo terzo governo. 
I dettagli dell'accordo verranno resi noti oggi, ma si sa che su un punto la Spd ha avuto la meglio: l'aumento del salario minimo, che dal 2015 verrà portato a 8,50 euro l'ora, anche se l'applicazione a tutte le categorie non dovrebbe avvenire prima del 2017. Insomma, questa sarebbe la fine dei cosiddetti "minijob", adottati troppo spesso di recente da molte aziende tedesche con conseguenze negative sulla crescita economica. Un altro punto è la possibilità di andare in pensione a 63 anni (e non a 67) se si hanno 45 anni di contributi; altra vittoria della Spd. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©