Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Gerusalemme: palestinese di 8 anni, investito da un'auto e arrestato


Gerusalemme: palestinese di 8 anni, investito da un'auto e arrestato
12/10/2010, 12:10

GERUSALEMME - Questa mattina un gruppo di poliziotti israeliani ha fatto irruzione nella casa di Mufid Mansur, un bambino di 8 anni, assurto all'onore delle cronache per essere stato investito dall'autovettura di David Beerl, leader di un gruppo di estrema destra, mentre lanciava dei sassi insieme con un suo coetaneo. I poliziotti hanno preso il bambino senza dare spiegazioni e senza permettere al padre di accompagnarlo al commissariato, nonostante abbia un braccio rotto a causa dell'investimento subito.
Beerl è a capo di Elad, una associazione di estrema destra che raccoglie le donazioni provenienti dalle comunità ebraiche degli Stati Uniti e le usa per costruire insediamenti illegali con l'accordo del governo e dell'esercito israeliano, che continuano senza sosta ad occupare il territorio di proprietà dei palestinesi. Anche al momento dell'investimento, Beerl era lì per controllare alcuni insediamenti illegali a Gerusalemme Est, la parte araba della città, che sono ancora in costruzione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©