Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Il Giornale lancia una sua idea

Gheddafi nascosto sui treni fuori dalla Libia?


Gheddafi nascosto sui treni fuori dalla Libia?
13/09/2011, 10:09

TRIPOLI - E se il leader libico Muhammar Gheddafi, a dispetto di quello che racconta, fosse fuori dalla Libia? E' l'ipotesi avanzata dal Giornale, esaminando l'audio del discorso diffuso lo scorso 24 agosto. E' un messaggio in cui Gheddafi dice che Tripoli resisterà, che la popolazione è con lui, tanto che ha fatto un giro in incognito tra la popolazione, ecc. (meno di 24 ore dopo, Tripoli sarà nelle mani degli insorti). Ma ascoltando con attenzione, i giornalisti hanno percepito un rumore ciclico, ad un certo punto. Un rumore che sembra quello tipico - per comune esperienza - dei treni quando entrano in una galleria o quando attraversano un ponte. Il punto è che il Libia le ferrovie dal 1965 sono ferme, ed ormai i binari, ammesso che ci sono, sono inagibili. Quindi dove si trovava l'ex leader libico nel momento in cui registrava il messaggio? SIcuramente non a Tripoli, se era un treno; e neanche in Libia.
D'altronde sono diversi i Paesi disposti ad offrire ospitalità a Gheddafi e alla sua famiglia: Niger, Zimbabwe (dove però c'è una fortissima crisi economica e finanziaria che lo rende poco adatto) e via elencando fino al Venezuela di Chavez.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©