Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Le truppe governative a 20 km da Bengasi

Gheddafi, non rispetta la no fly zone

Oggi, vertice internazionale per il via libera militare

Gheddafi, non rispetta la no fly zone
19/03/2011, 08:03

TRIPOLI - ll leader libico Muammar Gheddafi ignorando la risoluzione 1973 approvata dall'Onu nei propri confronti, ha attaccato le forze dei ribelli nella città orientale di Bengasi e di Misurata, sfidando le richieste del mondo per un immediato cessate il fuoco e secondo alcune testimonianze, le truppe del Colonnello si troverebbero a 20 chilometri da Bengasi.
Il governo di Tripoli non fa altro che smentire il bombardamento: "Non abbiamo avuto alcun bombardamento di alcun tipo, dopo il dichiarato cessate il fuoco", è quanto reso noto dal vice ministro degli esteri Khaled Kaim ai giornalisti, quando gli viene chiesto delle operazioni del governo a Misurata e in altre parti del paese.
Kaim ha invitato Cina, Germania, Malta e Turchia, ad inviare osservatori per monitorare la sua adesione al cessate il fuoco.
Oggi alle 13:00 si terrà a Parigi il vertice internazionale tra Unione Europea, Lega araba e Unione africana sulla situazione libica, a cui sarà presente anche il Segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, in cui si potrebbe decidere di effettuare un attacco militare alla Libia nelle prossime ore.
L'Ambasciatore francese all'Onu, Gérard Araud, in un'intervista alla Bbc:  "Avremo un vertice a Parigi con tutti i principali protagonisti delle operazioni e delle iniziative diplomatiche. Dunque ritengo che sarà il momento buono per inviare un ultimo messaggio, penso che dopo il vertice, nelle ore che seguiranno, lanceremo l'intervento militare".

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©