Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Ancora scontri a Misurata, truppe pronte a difendere il Raìs

Gheddafi sotto assedio: i ribelli conquistano Nawfaliya

La rappresaglia prosegue: mancano 100 chilometri all'assalto

Gheddafi sotto assedio: i ribelli conquistano Nawfaliya
27/03/2011, 20:03

TRIPOLI - La guerriglia avanza nelle città libiche, dove lo scontro armato con i miliziani agli ordini del Colonnello Gheddafi non conosce tregua. Voci confuse arrivano in queste ore da Nawfaliya: i ribelli libici affermano di essere entrati nella città a circa 100 chilometri a est di Sirte, ad un passo dalla roccaforte del Raìs.
L’ultimo  ostacolo che separa i guerriglieri all’assedio finale al tiranno libico.
Intanto un convoglio di 20 mezzi militari e dozzine di civili e' stato visto lasciare oggi la citta' di Sirte, diretto verso Tripoli. Secondo La tv di Stato libica, infine, la citta' di Misurata "e' ora sicura, le forze antiterrorismo hanno arrestato i membri delle bande armate che terrorizzavano la popolazione". I ribelli del Consiglio Nazionale Transitorio di Bengasi, inebriati dalla cattura di Agedabia, hanno proseguito verso ovest strappando piu' territorio possibile ai fedelissimi del Colonnello. Fonti dei ribelli hanno pero' detto che per la notte intendono accamparsi a Nufilia, a circa 50 km da Sirte dove i soldati di Gheddafi si stanno trincerando per affrontarli. Prima di avanzare attendono l'intervento degli aerei della coalizione.
  Continuano intanto gli scontri nel centro di Misurata fra le forze leali a Gheddafi e gli insorti. Secondo quanto riferito da testimoni, per tutta la giornata si sono uditi "carri armati, mortai e colpi di artiglieria leggera". "I ribelli vogliono andare avanti con l'assalto e buttare fuori dalla citta' gli uomini di Gheddafi ma abbiamo bisogno di piu' tempo a causa dei cecchini appostati sui tetti", ha riferito un testimone, aggiungendo che finora non si hanno notizie di vittime, ma che i violenti scontri sono ancora in corso.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©