Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

E' la prima volta da due secoli a questa parte

Giappone: è l'ultimo giorno dell'imperatore Akihito


L'imperatore Akihito prende il treno con la moglie per le vacanze estive
L'imperatore Akihito prende il treno con la moglie per le vacanze estive
29/04/2019, 13:04

TOKYO (GIAPPONE) - Oggi è l'ultimo giorno di regno dell'imperatore Akihito, in carica da subito dopo la Seconda Guerra Mondiale. Domani rassegnerà formalmente le sue dimissioni (già annunciate da un anno) e passerà il potere al figlio Naruhito. 

Akihito prese il potere subito dopo la sconfitta giapponese del 1945: una delle clausole della pace con gli Usa prevedeva le dimissioni dell'imperatore Hirohito e il trasferimento dei poteri al figlio. Quindi Akihito ha dovuto rappresentare il Paese durante la ricostruzione del dopoguerra, ha dovuto chiedere scusa a Cina e Corea per le atrocità commesse dai soldati giapponesi nei 30 anni precedenti e in generale è stato il punto fermo del Giappone durante la rinascita e il boom economico, come lo è stato durante la recessione ventennale che affligge il Paese dagli anni '90. Insieme a lui la moglie Machiko, una donna che ha passato una vita pubblica infernale, legata dal protocollo ad atteggiamenti servili nei confronti dle marito. 

Pur non essendo più "l'essere divino" che era fino al 1945, l'imperatore resta una figura che va al di là del normale, per un giapponese. E' l'anima stessa del Giappone, un concetto difficilmente comprensibile per chi non capisca la loro mentalità. E le dimissioni di un imperatore sono una faccenda talmente rara che bisogna risalire al 1817 per trovare l'ultimo precedente. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©