Dal mondo / Giappone

Commenta Stampa

Nube tossica in Emilia Romagna

Giappone, anche la carne è radioattiva

Il Codacons insorge: indagare i vertici Tepco

Giappone, anche la carne è radioattiva
31/03/2011, 18:03

FUKUSHIMA – Aumenta, e pericolosamente, il rischio radioattività legato a quanto accaduto in Giappone. Ad oltre venti giorni dal sisma, le notizie sono tutt’altro che confortanti: livelli oltre la media di cesio radioattivo sono stati ritrovati, secondo la Tepco, la società che gestisce l'impianto nucleare di Fukushima, nella carne bovina proveniente da quelle zone.
Intanto, la paura cresce anche in Italia: nei giorni scorsi masse d’aria contenenti tracce radioattive sono giunte in Emilia Romagna, anche se l’Arpa ha parlato di percentuali infinitesimali ed assolutamente trascurabili. Tuttavia, secondo il Codacons, anche in assenza di rischi immediati i vertici della Tepco devono essere indagati. Non solo: l’associazione dei consumatori chiede che venga “valutata la necessità di disporre una richiesta di arresto internazionale nei confronti del presidente della società".
Anche per Akiera Omoto, componente della Commissione giapponese per l'energia atomica, la “Tepco aveva pensato all'utilizzo dell'acqua di mare per raffreddare uno dei suoi sei reattori già il mattino dopo il terremoto-maremoto, ma non l'ha fatto fino alla sera quando l'ordine è arrivato dal premier Naoto Kan. Voleva proteggere i suoi investimenti a lungo termine, ha rallentato le operazioni consapevolmente". Insomma, una vera e propria levata di scudi contro il Giappone che sicuramente è destinata a gettare nuove ombre su quanto predisposto dal Governo locale. Al momento, l’unica certezza è che nel paese saranno modificate le politiche energetiche, anche se non a breve termine. Il presidente francese Nicolas Sarkozy ha ribadito, durante la sua visita in Giappone, la necessità di utilizzare il nucleare ma adottando norme di sicurezza internazionali differenti.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©