Dal mondo / Giappone

Commenta Stampa

Troppo radioattivi anche per essere sepolti

Giappone: i mille morti di Fukushima che nessuno seppellisce


Giappone: i mille morti di Fukushima che nessuno seppellisce
01/04/2011, 09:04

FUKUSHIMA (GIAPPONE) - Secondo le credenze dei Giapponesi, bruciare il cadavere di chi è morto è l'unico modo per impedire che il suo spirito diventi un fantasma che torna per vendicarsi contro i vivi. Per questo, quando in questo periodo il governo ha disposto il seppellimento di migliaia di morti, l'ha potuto fare solo promettendo che, appena la situazione sarà sistemata, i corpi saranno riesumati e bruciati. Ma c'è una cosa, che è peggiore di entrambe: quando il cadavere viene lasciato insepolto. E' quello che sta succedendo ad un migliaio di cadaveri, trovati entro un raggio di 20 Km. dalla centrale nucleare di Fukushima. Hanno assorbito tante di quelle radiazioni, che è considerato pericoloso raccoglierli e portarli all'obitorio. E così i corpi si stanno putrefacendo, in mezzo all'acqua o alle macerie delle loro abitazioni. Una situazione inevitabile: la paura è eccessiva e, per quanto i giapponesi abbiano un fortissimo senso della disciplina, quando la paura è forte, insistere oltre un certo livello è inutile.
Resta comunque il problema di quante radiazioni ancora usciranno dalla centrale nucleare e quanto ampia sarà la zona interessata dall'evacuazione. Anche perchè ormai anche la carne proveniente da quella regione è contaminata dalla radioattività: sono stati trovati manzi che avevano assorbito radioattività in dosi superiori a quanto consentito. Ovviamente le loro carni non sono state messe sul mercato, ma il dato è significativo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©