Dal mondo / Giappone

Commenta Stampa

Cresce l'incubo nucleare, paura per il reattore n.3

Giappone, oltre 10mila morti solo nella città di Miyagi

Il numero dei contaminati tra 70 a 160, destinato a salire

Giappone, oltre 10mila morti solo nella città di Miyagi
13/03/2011, 10:03

TOKIO (GIAPPONE) Le notizie dell'ultim'ora in arrivo dal Giappone dalla tv di Stato Nhk parlano di un bilancio di 10 mila morti solo nella città di Miyagi, dove centinaia di corpi sono stati rinvenuti lungo le coste e fanno di Miyagi la prefettura più colpita.
Dopo lo strazio della morte, ora la popolazione giapponese deve far i conti con l'incubo nucleare, infatti le autorità hanno ammesso che le persone contaminate dalle radiazioni non sono più 10 ma bensì tra le 70 e le 160, stima soltanto provvisoria al momento.
A tenere in apprensione oltre al reattore n.1 della centrale di Fukushima 1, dove si sono registrati gravi problemi al sistema di raffreddamento e il crollo parziale delle barre di combustibile, vi è anche il reattore n.3 di Fukushima 1.
In queste ore il reattore n.3 di Fukushima 1, è sottoposto ad un difficilissimo e urgente intervento da parte di ingegneri che stanno pompando acqua di mare per cercare di contenere l'innalzamento della temperatura.
Tepco, l’operatore della centrale, ha detto che la cassa di contenimento del primo reattore non è danneggiata. Tuttavia, il livello di radiazioni raggiunto attorno all’area «è 1.000 volte più elevato del normale», fa sapere l’Agenzia.Un livello però non giudicato pericoloso.



 

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©