Dal mondo / Giappone

Commenta Stampa

Le dimissioni dopo la protesta popolare contro la base Usa

Giappone, si dimette il premier Hatoyama


Giappone, si dimette il premier Hatoyama
02/06/2010, 20:06

TOKYO – Si è dimesso Yukio Hatoyama, premier giapponese. Una decisione scaturita a seguito delle proteste popolari contro la base americana di Futenma sull’isola di Okinawa. Artefice della storica vittoria elettorale del Partito Democratico, per la prima volta al governo, dopo circa cinquant’anni ininterrotti di governi formati dal Partito Liberaldemocratico di centrodestra, il suo mandato è durato otto mesi e mezzo dopo una campagna elettorale che ha puntato in via prioritaria su riforme sociali, sostegni pubblici, lotta agli sprechi. Tra i suoi intenti, c'era anche quello del  trasferimento fuori dal Giappone della base americana di Futenma. Lo scorso 15 maggio, circa 15.000 cittadini hanno circondato la base in segno di protesta contro l'inquinamento, il rumore e lo stile di vita dei militari. Non sono servite le scuse e così il premier Hatoyama ha lasciato l’incarico, messo anche sotto pressione dal suo partito. A luglio sono in programma le elezioni per il rinnovo del Senato. Il direttivo del Partito Democratico ha già in mente i nomi del possibile sostituto del premier uscente.  Venerdì sarà deciso il nuovo leader di partito che assumerà il compito di formare il nuovo governo. Tra i papabili, sembra favorito per la sostituzione l'attuale vicepremier e ministro delle Finanze giapponese, Naoto Kan.
 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©