Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Oltre 200 mila le persone evacuate, ma basterà?

Giappone: tre persone contaminate dalla centrale nucleare

I morti sono più di 1700, i dispersi più di 10 mila

Giappone: tre persone contaminate dalla centrale nucleare
12/03/2011, 16:03

TOKYO (GIAPPONE) - Continua ad essere grave la situazione nella zona della centrale nucleare di Fukushima, considerata una delle più sicure al mondo, anche se in funzione dal 1971. Ormai sono state evacuate 210 mila persone in un raggio di 20 chilometri dalla centrale Fukushima 1, che sta emettendo forti quantità di radiazioni. Al punto che tre delle persone evacuate sono state contaminate dalle radiazioni in maniera molto seria. Intanto le autorità hanno annunciato che sono riusciti a depressurizzare il reattore, raffreddandolo con acqua di mare. Una misura che rovina definitivamente le strutture, ma che comunque in questo caso era necessaria. E comunque il reattore era senescente, doveva essere dismesso comunque nel corso del 2011. Resta comunque alta l'attenzione, perchè la quatità di radiazioni nella zona rimane elevata. Già predisposta la distribuzione di iodio a tutte le persone che sono state a contatto con la zona in questione, per attenuare i problemi legati ad un eventuale accumulo di radiazioni nell'organismo.
Intanto continua a salire il conto delle vittime. SI parla di oltre 1700 corpi già trovati, la maggior parte dei quali nelle zone colpite dallo tsunami. Ma quello che preoccupa è il numero dei dispersi: mancano all'appello almeno 10 mila dei 17 mila abitanti di Minamisanriku, città costiera colpita per prima. Inoltre altre centinaia di persone sono disperse e non sono state rintracciate in altre zone del Paese. Tra loro ancora cinque italiani, con cui l'Ambasciata non ha ancora raggiunto il contatto.
Continuano anche le scosse di assestamento, tra cui diverse di grossa entità, tra magnitudo 5 e magnitudo 6 della scala Richter. Niente di strano, considerata l'entità della scossa principale; d'altronde l'architettura antisismica del Giappone regge tranquillamente scosse di questa entità. Resta solo la paura tra gli abitanti, anche se il governo cerca di avere un atteggiamento tranquillizzante, come i mass-media e le autorità locali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©