Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Gibuti: scontri violenti provocano 2 morti


Gibuti: scontri violenti provocano 2 morti
19/02/2011, 19:02

Un poliziotto e un manifestante sono stati uccisi durante i violenti scontri che sini verificati a Gibuti. A riferirlo sono fonti del ministero degli interni.

Gli scontri in un quartiere popolare di Gibuti tra oppositori del regime del presidente Ismal Omar Guelleh e le forze dell’ordine, sono ripresi questa mattina.

Gli scontri si svolgono in vari luoghi del sobborgo di Balbala, alla periferia sudest della città, in particolare nei pressi dell’ospedale italiano dove sono stati dislocati una ventina di agenti antisommossa.

Abdourahman Boreh, leader dell’opposizione in esilio a Londra, riferisce che “nel pomeriggio si sono registrati dai tre ai 5 morti negli scontri avvenuti e che Mohamed Daoud Chehem, capo del Partito del Gibuti per lo sviluppo, è stato arrestato dalle autorità per aver manifestato”.

“I manifestanti sono stati picchiati con bastoni e attaccati con gas lacrimogeni” – ha detto Boreh – “a quel punto i manifestanti hanno dato fuoco ad auto della polizia. Credo che olre 10 manifestanti siano stati seriamente feriti e da tre a cinque sono stati uccisi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©