Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

GLI USA A CAPO DELLA NUOVA FORZA CONTRO LA PIRATERIA NEL GOLFO DI ADEN


GLI USA A CAPO DELLA NUOVA FORZA CONTRO LA PIRATERIA NEL GOLFO DI ADEN
09/01/2009, 08:01

Sarà Terence McKnight, ammiraglio statunitense, a essere messo alla guida della nuova forza internazionale che si sta formando per combattere la pirateria al largo delle coste somale, la Combined Task Force 151 (Ctf - 151).

Sono più di venti le nazioni coinvolte nel programma, che dovrebbe essere pienamente operativo a partire dalla fine del mese. L'Unione Europea ha formato una forza anti-pirateria nel dicembre scorso. La marina canadese, quella iraniana e quella cinese, giusto per citarne alcune, stanno già da tempo pattugliando le acque del Golfo di Aden e dell'Oceano Indiano nei pressi del canale di Suez. Il comandante Jane Campbell, portavoce della Ctf - 151, ha spiegato che il tratto di mare in cui operano i pirati ricopre un'area più vasta dell'intero Mar Mediterraneo e che dunque per pattugliarla efficacemente sarà necessaria la massima collaborazione tra le diverse nazioni partecipanti al programma. Per il momento, i pirati somali tengono in ostaggio circa quindici navi, compresi gli oltre duecento membri dei vari equipaggi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©