Dal mondo / America

Commenta Stampa

E' il secondo Paese dopo l'Iran ad essere minacciato

Gli Usa contro la Siria: "Hanno usato armi chimiche. Risponderemo"


Gli Usa contro la Siria: 'Hanno usato armi chimiche. Risponderemo'
22/05/2019, 10:05

WASHINGTON (USA) - Gli Stati Uniti stanno cercando qualsiasi pretesto per scatenare nuove guerre. E così, dopo aver minacciato l'Iran che avrebbero risposto ad un attacco da parte di Teheran (l'Iran non attacca nessuno da qualcosa come 2500 anni, ndr), adesso se la prendono con la Siria. Prima il Dipartimento di Stato (cioè il Ministero degli Esteri statunitense) ha affermato che l'esercito siriano ha usato gas mortali durante l'attacco alla città di Idlib, ancora sotto il controllo dell'ISIS. Affermazione ovviamente non vera e senza prove. Dopo di che, attraverso il suo portavoce, il Dipartimento ha comunicato alla stampa: "Gli Stati Uniti continuano a monitorare da vicino le operazioni del regime di Assad nel nord ovest della Siria, incluse le indicazioni di un nuovo uso di armi chimiche da parte del regime. Sfortunatamente continuiamo a vedere segnali sul fatto che il regime di Assad possa averle usate di nuovo, incluso un presunto attacco il 19 maggio". In realtà, come tutte le altre volte che la Siria è stata accusata di aver usato armi chimiche, si tratta di notizie false. Ma sono un'ottima scusa per giustificare eventuali bombardamenti sui civili siriani per difendere l'ISIS. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©