Dal mondo / America

Commenta Stampa

La colpa dell'Unesco è solo di aver incluso la Palestina

Gli Usa lasciano l'Unesco: "E' contro Israele"


Gli Usa lasciano l'Unesco: 'E' contro Israele'
12/10/2017, 16:26

PARIGI (FRANCIA) - Era nell'aria da tempo, perchè Trump l'aveva promesso: il suo appoggio ad Israele avrebbe comnpreso il boicottaggio dell'Unesco, rea di aver riconosciuto l'esistenza della Palestina, nonostante l'opposizione di Israele. Ed oggi arriva la decisione ufficiale: gli Usa se ne vanno dall'Unesco, restano solo come osservatori. 

Il Segretario di Stato statunitense in una nota specifica: "Non è stata presa a cuor leggero e riflette le preoccupazioni degli Stati Uniti per il crescente arretramento dell'Unesco, per la necessità di una fondamentale riforma dell'organizzazione e pe i suoi persistenti pregiudizi anti-Israele". In realtà l'Unesco non ha mai preso posizioni anti-Israele, nè ha dimostrato di avere pregiudizi di alcun tipo. Ma ha fatto il gravissimo errore di dire di no agli ordini di Tel Aviv due volte: quando ha ammesso la Palestina come Stato membro e quando non ha ritirato - come ordinato dal governo israeliano - il rapporto in cui affrontava la parte storica di Gerusalemme affermando (come è vero) che Gerusalemme non è mai stata una città ebrea, dato che venne costruita molto prima che esistessero gli ebrei e che gli ebrei sono sempre stati una piccola minoranza. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©