Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

GLI USA SCRIVONO UNA NUOVA PAGINA DELLA LORO STORIA: ELETTO IL PRIMO PRESIDENTE DI COLORE


GLI USA SCRIVONO UNA NUOVA PAGINA DELLA LORO STORIA: ELETTO IL PRIMO PRESIDENTE DI COLORE
05/11/2008, 06:11

E alla fine i sondaggi hanno avuto ragione: Barack Obama, nato alle Hawaii da padre keniota e madre dell'Arkansas è il primo presidente di colore nella storia degli Stati Uniti. I dati non sono ancora definitivi, ma per ora ha già ottenuto 345 voti contro i 155 di John McCain e i 270 necessari per vincere. Quindi non è solo una vittoria, ma un dominio. Lo stesso candidato repubblicano a Phoenix, in Arizona, è andato davanti ai suoi sostenitori ad ammettere la sconfitta, dopo aver telefonato al neo presidente, ed ha fatto un discorso molto bipartizan. Dimenticando gli attacchi personali, ha definito Obama come la scelta giusta e ha invitato tutti a ricordare che anche Obama lavorerà per l'interesse degli Stati Uniti. E ha terminato con un: "La colpa di questa sconfitta è solo ed interamente mia; non è vostra, perchè voi avete fatto il possibile".

DI tutt'altro tenore l'umore a Chicago, dove i democratici stanno festeggiando. Una folla immensa, superiore a qualsiasi aspettativa (si aspettavano 100-150 mila persone, ne sono arrivate oltre 2 milioni) sta festeggiando, ballando, piangendo dall'emozione, nell'ascoltare un Obama che li ha ringraziati e li ha incoraggiati a credere che gli Stati Uniti sono forti e che si riprenderanno sia dalla crisi economica sia dal pasticcio militare (ovviamente lui non l'ha definito così, ndr) che c'è in Iraq e Afghanistan.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©