Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Erano rinchiusi in sala riunioni bloccata da pneumatico

Goodyear, lavoratori liberano manager sequestrati

Minacciata la chiusura della fabbrica con 1.173 dipendenti

Goodyear, lavoratori liberano manager sequestrati
07/01/2014, 16:33

PARIGI - Dopo 24 ore i due manager della Goodyear di Amiens Nord sono stati liberati. Erano stati sequestrati dai dipendenti ieri mattina. Il direttore della produzione della fabbrica dei pneumatici Michekl Dheilly e il direttore delle Risorse umane Bernard Glesser erano stati rinchiusi in una sala riunioni bloccata con un grosso pneumatico di trattore come forma di protesta degli operai in vista di un piano di ristrutturazione dell'azienda. Stamane si è svolta una riunione di emergenza tra i sindacati, i manager dell'azienda e l'ispettorato al lavoro per cercare di trovare una via d'uscita alla situazione.
A renderlo noto è l'emittente locale “France Picardie 3”. Secondo quanto ha riportato la tv i due dirigenti sono usciti dallo stabilimento scortati dalla polizia dopo che i rappresentanti sindacali della Cgt avevano chiesto di andarli a prendere. I sindacalisti, che hanno voluto in questo modo fare un gesto distensivo che possa favorire la trattativa con la società - spiega l'emittente - hanno quindi annunciato l'occupazione della fabbrica.
Prima del rilascio, su richiesta dell'azienda, il tribunale di Amiens aveva anche ordinato l'invio di un ufficiale giudiziario nello stabilimento. L'ufficiale, spiegava l'ordinanza, avrebbe dovuto verificare "la sicurezza e la libera circolazione di beni e persone" sul posto.
La chiusura della fabbrica Goodyear d'Amiens-Nord, che dà lavoro a 1.173 persone, era stata annunciata il 31 gennaio dello scorso anno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©