Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Sono stati intercettati e disinnescati o fatti brillare

Grecia: altri pacchi esplosivi alla Merkel e alle ambasciate


Grecia: altri pacchi esplosivi alla Merkel e alle ambasciate
02/11/2010, 16:11

ATENE (GRECIA) - Continua in Grecia l'invio di pacchi esplosivi alle ambasciate di vari Paesi. Oggi sono stati intercettati pacchi diretti all'ambasciata Svizzera, quella cilena e quella bulgara. Tutti i pacchi sono stati disinnescati, tranne quello all'ambasciata svizzera che è stato fatto esplodere. In tutti i casi, erano pacchi o lettere con esplosivo a basso potenziale, che difficilmente avrebbe potuto essere letale.
Un altro pacco esplosivo era stato indirizzato al Parlamento greco, ma anche questo è stato intercettato e fatto brillare all'esterno dell'edificio.
Secondo gli inquirenti, i responsabili siano gruppi anarco-insurrezionalisti greci, appoggiati da altri gruppi anarchici europei, e in particolare italiani. Ma non c'è alcun indizio in questo senso, resta quindi un discorso teorico.
Un altro pacco, probabilmente sempre proveniente dalla Grecia, è stato trovato anche in Germania, nella Cancelleria e diretto alla Merkel. Ancora non è accertato se si tratti di un pacco esplosivo, gli artificieri sono all'opera. In ogni caso la Cancelliera tedesca è in viaggio di Stato in Belgio e quindi non ci sono rischi per lei.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©