Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

ALla riunione di giovedì Samaras non sarà presente

Grecia, ancora trucchi: assunte di straforo 70 mila persone


Grecia, ancora trucchi: assunte di straforo 70 mila persone
25/06/2012, 09:06

ATENE (GRECIA) - Il premier greco Samaras non andrà alla riunione europea del 28 e 29 giugno, in quanto ieri si è operato ad un occhio, perchè rischiava il distacco della retina. AL suo posto ci sarà il nuovo Ministro degli Esteri, Avramopoulos, che dovrà affrontare, oltre a tutti i problemi già noti, una nuova grana. Infatti domenica aulla rivista greca To Vilma è uscita la notizia che il governo Papandreu, tra il 2010 e il 2011, mentre licenziava 45 mila dipendenti pubblici per accontentare le richieste dell'Europa, ne assumeva 70 mila; mentre altri 12 mila sono stati assunti dagli enti locali durante le operazioni di fusione degli stessi, anche queste imposta dall'Europa. Ed è chiaro che questa notizia non potrà che irrigidire la posizione tedesca, espressa dal Ministro delle Finanze teutonico Wolfgang Schauble, di un no alla richiesta della Grecia di affrontare i tagli al bilancio non entro il 2014 ma entro il 2016.
Ma anche la Germania non può irrigidirsi oltre un certo limite. Almeno non dopo quanto pubblicato da Der Spiegel: uno studio riservato nel quale si esaminano le conseguenze di un addio all'euro per tornare al marco. Indipendentemente dal motivo, si è valutato che la nuova valuta si rafforzerebbe di almeno il 10%, provocando un crollo del Pil equivalente, con una disoccupazione che arriverebbe a 5 milioni di individui. Un livello che sicuramente costerebbe il posto ai partiti di governo. E dato che la Merkel ha l'occhio puntato solo ed esclusivamente sulla successiva elezione interna, questo dovrebbe costringerla ad un atteggiamento più morbido verso la Grecia e gli altri Paesi europei per evitare il crollo dell'euro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©