Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

I parlamentari neonazisti minacciano di lasciare Parlamento

Grecia: arrestato il leader di Alba Dorata per omicidio


Nella foto il leader di Alba Dorata, Nikos Michaloliakos
Nella foto il leader di Alba Dorata, Nikos Michaloliakos
28/09/2013, 11:06

ATENE (GRECIA) - Interviene la magistratura greca nelle vicende politiche del proprio Paese. E lo fa arrestando il leader del partito neonazista Alba Dorata, Niklos Michaloliakos, insieme al portavoce del partito Ilias Kassidiairis e ad altri parlamentari. L'accusa per tutti è di associazione ad una organizzazione criminale, un reato che in Grecia consente di arrestare anche i parlamentari - se ci sono le prove - senza alcuna autorizzazione del Parlamento. 
Le indagini sono partite dall'omicidio, commesso in una rissa pochi giorni fa da un militante di Alba Dorata, di un militante di un partito di sinistra, che era anche un famoso rapper, Pavlos Fyssas. Da lì i magistrati hanno provato l'esistenza di una organizzazione criminale a cui partecipano molti membri di Alba Dorata. 
In risposta a questo arresto, i parlamentari di Alba Dorata hanno minacciato le dimissioni in massa. Una mossa che, se applicata, secondo la legge greca, porterebbe ad elezioni anticipate.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©