Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Solo se approvato entro una settimana, scatteranno gli aiuti

Grecia: concordato il piano di rientro per 28,4 miliardi


Grecia: concordato il piano di rientro per 28,4 miliardi
24/06/2011, 09:06

BRUXELLES (BELGIO) - Alla fine si è raggiunto l'accordo tra il neonato governo greco, il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Centrale Europea e la Commissione Europea sulle prossime azioni. Il primo passo è l'approvazione di una nuova manovra economica, in Grecia, da 28,4 miliardi, basata sul taglio della spesa pubblica attraverso la vendita degli asset demaniali (porti, infrastrutture, acquedotti, ecc.) e il taglio del welfare. Questo è da fare entro il 30 giugno.
A quel punto scatterebbe il piano di salvataggio europeo, sottoforma di denaro e di aperture delle linee di credito di diverse banche, per dare maggiore credibilità al Paese ed ottenere un forte calo degli interessi da pagare sul debito. Questo sarebbe l'unico modo per tamponare la situazione, in attesa di una crescita dell'economia greca, che però viene depressa da queste misure di taglio del welfare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©