Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Intanto la Grecia bende anche la sua rete di gasdotti

Grecia: Dimar ritira i suoi ministri, il governo rischia


Grecia: Dimar ritira i suoi ministri, il governo rischia
21/06/2013, 17:13

ATENE (GRECIA) - Non bastassero tutti i problemi che la Grecia ha, rischia di trovarsi anche con un governoi senza maggioranza. Infatti, al termine di una riunione tra il premier Samaras, Evanghelos Venizelos (leader del Pasok, il partitop socialista) e Fotis Kouvelis (leader di Dimar, partito di sinistra democratica), quest'ultimo ha annunciato che ritirerà i propri uomini dal governo, anche se continuerà a dare al governo l'appoggio esterno. Il Dimar ha protestato contro alcune delle ultime decisioni del governo, compresa quella di chiudere d'autorità la Tv pubblica di Stato (anche se il provvedimento è stato poi revocato dal Consiglio di Stato). Per ora l'iniziativa avrà come unica conseguenza un rimpasto di governo; ma se il DImar cesserà di sostenere il governo, la maggioranza di quest'ultimo si ridurrà a 153 deputati su 300. Molto vicina al limite. 
Intanto la Socar - la società del gas dell'Azerbaigian - ha comunicato di aver raggiunto l'accordo con la Grecia per l'acquisto del 66% delle azioni della Desfa, la società omologa greca di proprietà pubblica. Il contratto non è stato ancora steso, perchè ci sono diversi dettagli da discutere, ma l'intesa è stata raggiunta. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©