Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Papandreou vicino alle dimissioni

Grecia, Governo di unità nazionale ed elezioni anticipate

Ieri sera l'incontro con Samaras dal Presidente Papoulias

Grecia, Governo di unità nazionale ed elezioni anticipate
07/11/2011, 09:11

ATENE - Ieri sera, probabilmente per l'ultima volta in questa legislatura nelle vesti di primo ministro, il premier greco George Papandreou ha partecipato ad un incontro con il leader del maggior partito d'opposizione Nea Demokratia, Antonis Samaras, su convocazione del Presidente della Repubblica greca, Karolos Papoulias. Il colloquio, conclusosi alle 22,00, si è rivelato di fondamentale importanza per delineare le modalità attraverso le quali le forze politiche greche intendono affrontare la crisi economica del Paese, che, oltre ad avere gravi ripercussioni sociali all'interno del Paese, sta destabilizzando l'intera zona euro.

Antonis Samaras, dopo l'incontro di ieri mattina con il Presidente della Repubblica, aveva annunciato di essere disposto a collaborare, ma solo qualora Papandreou si fosse dimesso. Ma il primo ministro greco aveva precisato che si sarebbe dimesso soltanto quando il nuovo governo ad interim fosse stato pronto.

Pertanto nel corso del colloquio di ieri sera i leader dei due grandi partiti politici greci hanno deciso di formare un Governo di unità nazionale e di fissare la data approssimativa delle elezioni anticipate per il prossimo 19 febbraio. Il Governo di unità nazionale permetterà di ratificare il piano di salvataggio europeo entro le fine dell'anno, mentre i dettagli dell'accordo tra Papandreou e Samaras sono ancora piuttosto vaghi. Ancora sconosciuto è il nome del primo ministro del futuro Governo ad interim, ma il favorito sembra essere Lucas Demetrios Papademos, l'ex vicepresidente della Banca Centrale Europea.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©