Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

I fondi bastano solo fino a novembre

Grecia, il premier Samaras: “Abbiamo bisogno di più tempo”


Grecia, il premier Samaras: “Abbiamo bisogno di più tempo”
05/10/2012, 11:50

GRECIA – “Abbiamo bisogno di più tempo per il consolidamento, ma non necessariamente di più crediti”. A parlare è il primo ministro greco, Antonis Samaras, che chiarisce la situazione economica: i fondi a disposizione bastano per arrivare fino al prossimo novembre. “Occorre sbloccare in tempi brevi il pagamento degli aiuti”, ribadisce.

E intanto vanno avanti le trattative sui tagli. Questa mattina ad Atene, infatti,  fra il ministro delle Finanze ellenico, Yannis Stournaras, ed i rappresentanti della troika ossia i tedeschi Matthias Mors (Ue) e Klaus Masuch (Bce) ed il danese Poul Thomsen (Fmi), c’è stato un nuovo incontro per provare ancora una volta a chiudere il pacchetto dei tagli al bilancio per il biennio 2013-2014 prima della riunione dell'Eurogruppo in calendario per lunedì prossimo. Entrambe le parti vogliono raggiungere prima possibile un’intesa, rimane però il problema dei 2,5 miliardi di euro che ancora le separano, oltre a quello della recessione per il 2013.

Secondo alcune indiscrezioni, il governo sarebbe pronto a procedere ad ulteriori tagli alle pensioni e ai sussidi assistenziali, questa volta degli agricoltori finora rimasti immuni. Ad un eventuale accordo fra il ministro greco e i rappresentanti dei creditori internazionali della Grecia, dovrebbe far seguito un incontro dei leader dei partiti che sostengono il governo del premier Antonis Samaras.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©