Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Annunciati i nuovi ministri. Cambiati pochi ministeri

Grecia, oggi giuramento da premier per Lucas Papademos

Tra le questioni più urgenti c'é il bilancio

Grecia, oggi giuramento da premier per Lucas Papademos
11/11/2011, 19:11

GRECIA - Ha giurato alle 13, ora italiana, il nuovo esecutivo del primo ministro greco, Lucas Papademos, scelto a capo di una coalizione di governo provvisorio dopo le dimissioni di George Papandreou. Oggi l'ex vicepresidente della Banca centrale europea, ha annunciato i nuovi ministri. Tra le novità, si prevede che saranno cambiati i titolari di pochi ministeri tra cui Interni, Difesa e Giustizia.

Papademos, dovrà portare il Paese a elezioni anticipate dopo aver ottenuto la concessione della sesta tranche da otto miliardi del primo pacchetto di aiuti dall'Ue e dal Fmi.

Almeno tre sono, secondo gli analisti, le priorità immediate su cui il nuovo esecutivo dovrà concentrarsi sino alla fine dell'anno prima di poter andare alle elezioni che, almeno per ora, restano fissate al 19 febbraio. A parte l'obbligo di definire il nuovo memorandum con i creditori internazionali e i termini del prestito, il governo di Papademos dovrà procedere con l'approvazione del bilancio per il 2012, la messa in atto del nuovo sistema fiscale e il passaggio della legge per il coinvolgimento del settore privato nella ristrutturazione del debito del Paese. Nello stesso tempo, occorreranno anche diverse decisioni a livello ministeriale per l'applicazione delle misure economiche già approvate dal Parlamento come pure l'avvio delle riforme tra le quali la principale è quella della liberalizzazione di alcune professioni, soprattutto nel settore dei trasporti. Tra le questioni più urgenti c'é il bilancio.

La sua nomina è arrivata dopo giornate di intensi negoziati poi, dopo oltre quattro ore di riunione al palazzo presidenziale tra il capo dello Stato ed il premier uscente Giorgio Papandreou, si è raggiunto l’accordo.

"La Grecia si trova ad un crocevia, ma sono convinto che i problemi del Paese saranno risolti e che le scelte del nuovo governo saranno decisive per il popolo greco", ha detto parlando ai giornalisti Papademos subito dopo la nomina. Dopo aver ricordato di non essere un politico, ma un esperto di economia, il neo-premier ha confermato che l'economia della Grecia deve affrontare problemi enormi e che "occorre un esecutivo che abbia il più ampio sostegno. “La permanenza della Grecia nell'eurozona - ha detto ancora Papademos - é una garanzia di stabilità monetaria".

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©