Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Si fanno chiamare Black Panthers

Grecia: ora spuntano le ronde di colore antinaziste


Una manifestazione di Alba Dorata
Una manifestazione di Alba Dorata
05/06/2013, 12:03

ATENE (GRECIA) - Purtroppo doveva succedere: dopo le tante azioni violente portate in campo dai neonazisti di Alba Dorata contro gli immigrati, questi ultimi hanno deciso di reagire. E così uno di loro, Michael Tsegos, ha annunciato che verranno costituite delle ronde per proteggere le zone dove gli immigrati sono soliti allestire i loro banchetti di vendita, proprio per difenderli dalle aggressioni di Alba Dorata. 
L'annuncio è stato fatto al canale britannico Channel 4, ma ha destato molte critiche da parte di quelle associazioni, come Asante, che si occupano di immigrati da tempo, ma in maniera pacifica. ANzi, i dirigenti della Asante hanno riferito di non aver mai sentito parlare di un gruppo Black Panther. 
Al di là di questo, che è un problema di riconoscimento o meno delle varie associazioni e gruppi, resta un problema che non è solo greco: in un periodo di crisi economica, i partiti di destra prendono il potere più facilmente. Ma sono partiti che portano con sè odio, xenofobia, razzismo e spesso anche violenza. Se le forze dell'ordine non intervengono con la necessaria severità perchè sono politicamente molto vicine a questi partiti o gruppi violenti, come si fa ad evitare che prima o poi le vittime, stanche di non essere tutelate dalle legge decidano di usare anche loro la violenza? E questo non può che creare ulteriore violenza, dando il via ad una escaltion molto pericolosa. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©