Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Grecia, sciopero dipendenti pubblici: fermi aerei ed emergenza ospedali


Grecia, sciopero dipendenti pubblici: fermi aerei ed emergenza ospedali
25/02/2009, 09:02

Paralisi parziale del traffico aereo ed ospedali in allarme rosso, oggi, in Grecia, a causa dell'ennesimo sciopero generale dei dipendenti pubblici che protestano contro la politica economica del governo di centrodestra. I controllori del traffico aereo si astengono per tre ore dal lavoro a partire dalle 11.00 locali (10.00 italiane) costringendo a cancellazioni e ritardi i voli da e per la Grecia. I medici che nelle scorse settimane avevano già paralizzato a lungo gli ospedali per chiedere aumenti salariali, aderiscono alla prima protesta generale del 2009 e garantiscono solo la guardia medica. Fermi per lo sciopero anche gli uffici dell'amministrazione pubblica e le scuole sono chiuse, mentre funzionano regolarmente gli autobus urbani. Il premier Costas Karamanlis ha incontrato nei giorni scorsi i rappresentanti sindacali per spiegare le difficoltà economiche del Paese e invitare alla moderazione, ma senza convincerli a rinunciare alle richieste di "aumenti reali" dei salari, protezione del posto di lavoro e maggiori garanzie per i pensionati. Lo sciopero avviene in un momento difficile per le conseguenze della crisi economica internazionale, con una forte riduzione della crescita prevista per il 2009 e lo sfondamento del 3% del deficit di bilancio. Mentre la maggioranza è data perdente da tutti i sondaggi se si tenessero oggi elezioni anticipate come chiesto dalla opposizione e che il premier esclude. Lo sciopero segue la lunga protesta degli agricoltori e,ultima, quella dei camionisti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©