Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'attività economica della nazione è completamente azzerata

Grecia, secondo giorno di sciopero generale


Grecia, secondo giorno di sciopero generale
05/05/2010, 09:05

ATENE - Secondo giorno consecutivo di sciopero generale in Grecia, convocato da tutti i sindacati contro le misure drastiche prese dal governo per tagliare le spese ed accedere al prestito di 45 miliardi che l'Unione Europea si appresta a concedergli. Lo sciopero abbraccia tutti i settori: il trasporto via terra, via mare o via cielo (gli aeroporti sono di fatto bloccati); gli uffici poubblici; addirittura sono stati invitati ad unirsi alla protesta anche gli esercenti, in quanto questi tagli inevitabilmente si ripercuoteranno sul lavoro autonomo. Certo, forse non subito, considerando che sta per iniziare la stagione estiva e quindi nelle zone turistiche è facile immaginare che l'afflusso dei turisti terrà su la baracca per un po'. Ma con una disoccupazione superiore all'11% e questo regime di tagli al welfare e di licenziamenti, è difficile immaginare che le cose possano migliorare.
Intanto in Germania il Cancelliere Angela Merkel sta facendo di tutto per convincere i tedeschi, notoriamente restii ad aiutare economicamente gli altri Paesi, che è anche nel loro interesse aiutare la Grecia. Cosa alquanto difficile, dato che domenica c'è una elezione regionale importante, nel Reno Westfalia; Purtroppo anche qui conta più la politica che i fatti economici.
Oggi per la prima volta da oltre un anno, l'euro è sceso sotto la soglia dell'1,30 rispetto al dollaro. E anche questo è un segnale della difficoltà in cui si dibatte la moneta europea.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©