Dal mondo / America

Commenta Stampa

Nel 2010 si era dichiarato colpevole di aver aiutato AlQaeda

Guantanamo: trasferito in Sudan il cuoco di Bin Laden


Guantanamo: trasferito in Sudan il cuoco di Bin Laden
11/07/2012, 20:07

WASHINGTON – E’ stato rimandato in Sudan Ibrahim Ahmed Mahmoud al-Qosi, il “cuoco di Osama Bin Laden”, prigioniero a Guantanamo fin dal 2002. Lo hanno reso noto i militari americani. Al Qosi è stato il primo prigioniero del campo di detenzione americano a Cuba a venir giudicato dai tribunali militari secondo le nuove regole imposte dall’amministrazione Obama. Nel 2010 si è dichiarato colpevole di aver aiutato la rete terroristica di al Qaeda. E’ stato poi condannato a 14 anni sulla base di un accordo extragiudiziale che prevedeva la sospensione della pena dopo due anni. Trascorso questo periodo è stato inviato in Sudan, suo paese natale, dove è ora un uomo libero. Secondo l'accusa, al Qosi è entrato nel 1996 a far parte di al Qaeda, dove svolgeva il ruolo di cuoco, guardia del corpo e autista di Bin Laden. A Guantanamo rimangono ora 168 detenuti.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©