Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Putin sembra far marcia indietro

Guerra di sanzioni Usa - Russia, Ue pronta ad intervenire

L'Ucraina dichiara illegittimi l'indipendenza della Crimea

Guerra di sanzioni Usa - Russia, Ue pronta ad intervenire
21/03/2014, 11:27

BRUXELLES - Nella fitta trama di sanzioni di Usa e Russia sullo scacchiere ucraino, l'Unione Europea interviene in maniera decisa. Lo fa con tre mosse: aggiungendo 12 nuovi nomi alla black list, annullando il summit bilaterale di giugno e sospendendo il G8. Il tutto condito da un monito lanciato al Cremlino, ovvero che nel momento di nuove tensioni arriveranno sanzioni più dure. 

Ed è proprio sulle sanzioni che si è espresso il ministro degli esteri russo, Serghiei Lavrov, definendole "illegali e irrazionali" ed annuncia che la Russia sta preparando un "libro bianco sugli eventi di Maidan", la piazza della rivolta di Kiev. Ma Putin sembra voler fare marcia indietro. "La Russia per ora deve trattenersi dal rispondere alle sanzioni Usa e dall'introdurre un regime dei visti con l'Ucraina", detto il leader del Cremlino citato dall'agenzia Interfax.

Intanto la Corte costituzionale ucraina ha dichiarato illegittima la dichiarazione di indipendenza decisa dal parlamento della Repubblica autonoma di Crimea e dal Consiglio di Sebastopoli l'11 marzo mentre il Senato russo ha ratificato l'annessione della regione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©