Dal mondo / America

Commenta Stampa

Colpiti altri siti di informazione statunitensi

Hacker siriani all'attacco del New York Times


Hacker siriani all'attacco del New York Times
28/08/2013, 09:33

NEW YORK (USA) - Chi è andato a guardare le pagine del sito del New York Times nella serata di martedì, ha avuto la brutta sorpresa di trovare un messaggio che lo avvertiva che il sito era affetto da problemi tecnici. Problemi tecnici che, secondo quanto riferisce lo stesso sito, sono stati causati da gruppi di hacker pro-Assad. E c'è stata una conferma, con una rivendicazione del Syrian Electronic Army (esercito elettronico siriano), che ha detto di aver cambiato alcune delle impostazioni del sito e di aver oscutrato parzialmente anche Twitter. L'attacco sarebbe avvenuto tramite il fornitore dei domini, Melbourne IT. Come ha confermato la società, un utente è penetrato nel sistema, cambiando i domini di alcuni siti, tra cui quello del New York Times. Un cambiamento che è stato subito sistemato dalla Melbourne IT appena ne ha avuto notizia. 
Naturalmente sono partite le indagini elettroniche per risalire all'autore materiale del fatto che, secondo gli esperti, può creare enormi danni di immagine e di informazione, visto che ogni giorno 30 milioni di persone leggono il sito del New York Times.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©