Dal mondo / America

Commenta Stampa

Si registrano 32 decessi e 404 ricoveri al giorno

Haiti: aumentano le vittime del colera


Haiti: aumentano le vittime del colera
07/11/2010, 10:11

PORT-AU-PRINCE (HAITI) - Stando ai dati sulle vittime del colera diffusi dal Ministero della sanità, pare che la situazione ad Haiti non sia ancora destinata a migliorare. Secondo l'ultimo conteggio, aggiornato al 4 novembre, le vittime dell'epidemia sono più di 500 e le persone ricoverate negli ospedali circa 7.360. Ciò significa che, da quando ha iniziato a diffondersi lo scorso 20 ottobre, il colera ha provocato circa 32 decessi al giorno e 404 ricoveri. I dati precedenti, invece, parlavano di un totale di 442 morti e 6.742 contagiati.
Temendo un'ulteriore diffusione dell'epidemia in seguito al passaggio dell'uragano Tomas, le autorità hanno ordinato l'evacuazione di 2.000 persone dal campo di Corail, uno dei più affollati.
Il problema principale dell'isola è che, in seguito al devastante terremoto dello scorso 12 gennaio, gran parte della popolazione vive in tende e le pessime condizioni igienico sanitarie in cui essa grava sono un ottimo veicolo per la diffusione del batterio responsabile del colera. Molti epidemiologi e studiosi del fenomeno ritengono che il bacillo sia stato portato ad Haiti dall'estero. Tuttavia, gli esperti ancora non sono riusciti ad individuare l'origine del contagio e, probabilmente, quello di risalire alle responsabilità iniziali si rivelerà uno sforzo del tutto inutile. Ciò che conta, adesso, è contenere e curare un'infezione che si diffonde attraverso acqua e cibo contaminati e che può portare rapidamente alla morte per disidratazione se non viene curata non appena se ne manifestano i sintomi.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©