Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il numero delle vittime nell’intero paese è salito a 643

Haiti: il colera arriva nella capitale Port-Au-Prince


Haiti: il colera arriva nella capitale Port-Au-Prince
10/11/2010, 18:11

PORT-AU-PRINCE – Secondo il ministero della Sanità haitiano, sono ormai 643 le vittime del colera, mentre il numero delle persone ricoverate sempre a causa dell’epidemia è salito a più di 10.000 in tutto il paese. Sono dati allarmanti quelli che giungono dalla località caraibica, già colpita lo scorso gennaio da una fortissima scossa di terremoto, anch’essa con conseguenze devastanti.
Il dato più allarmante è però l’arrivo del colera nella capitale Port-Au-Prince. Le autorità del posto hanno confermato proprio quest’oggi di aver riscontrato il primo caso ufficiale di contagio. Intanto, da Medici senza Frontiere, fanno sapere che altre 200 persone sono in cura per gli stessi sintomi, e di aver predisposto 300 posti letto per un’eventuale emergenza.
A destare maggiori preoccupazioni le condizioni degli "slums", veri e propri bassifondi, privi in questo momento di acqua potabile e servizi igienico sanitari. Come se non bastasse, oltre all’epidemia in atto a devastare la capitale nelle scorse settimane ci aveva già pensato l’uragano "Tomas", lasciando tantissimi haitiani senza una dimora fissa.
"La situazione - ha spiegato Richard Widmaier, Direttore di Radio Metropole, - presto non sarà più controllabile". Di "situazione allarmante", ha parlato invece Stefano Zanini, capomissione di Medici senza Frontiere.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©