Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il rapper Wyclef Jean vuole aiutare il suo Paese

Haiti: l'ex cantante dei Fugees si candida alla presidenza


Haiti: l'ex cantante dei Fugees si candida alla presidenza
05/08/2010, 11:08

HAITI - Dopo Reagan e Schwarzy, un altro artista si candida alla presidenza. Si tratta di Wyclef Jean, cantante, nato in un piccolo villaggio a Port - Au - Prince, cresciuto negli Stati Uniti, a Brooklin e poi nel New Jersey. Negli anni Novanta ha raggiunto il successo con i Fugees, vincitori di numerosi Grammy Awards. Sciolto il gruppo, Wyclef ha continuato a cantare come solista. Uno dei suoi album, dedicato ad Haiti, conteneva una canzone intitolata "The President". Brano che già annunciava le intenzioni del rapper di impegnarsi in politica. Così cantava: "Invece di spendere milioni per la guerra, io potrei usare quel denaro per dare del cibo ai poveri". Presidente di Haiti, ecco chi vorrebbe essere in futuro Wyclef Jean, che ha annunciato la sua volontà di candidarsi al Larry King Live in onda su Cnn. Il suo legame con la terra in cui è nato, è molto forte. Da gennaio, in seguito al terribile terremoto che ha colpito e distrutto l'isola, si è sentito ancor di più in dovere di dedicarsi al futuro del suo popolo. Precedentemente lo aveva già fatto attraverso la Yele Foundation, nata nel 2005 e con la sua musica. " Ho cantato le difficoltà del mio popolo e di quelle del resto del mondo - dichiara Jean - . Ho voluto essere un musicista proprio per poter dire alla gente cose di cui spesso non sono consapevoli". Sono numerosi gli uomini dello spettacolo che hanno deciso di dedicarsi alla politica, come il calciatore George Weah interessato alla presidenza in Liberia o Pelè, diventato ministro dello Sport nel 1995 in Brasile, a cui si deve la sua legge per arginare il problema della corruzione nel mondo dello sport.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©