Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

HILLARY CLINTON ALL'ULTIMA POSSIBILITA'


HILLARY CLINTON ALL'ULTIMA POSSIBILITA'
04/03/2008, 10:03

Oggi è probabilmente la data decisiva per le primarie democratiche americane. Si vota in quattro Stati: Vermont, Rhode Island, Texas, Ohio. In particolare gli ultimi due sono importanti, in quanto uno ha una grossa popolazione e l'altro è molto industrializzato; ragion per cui entrambi danno molti delegati per la convention democratica prevista a fine agosto. Allo stato, il vantaggio dei delegati, a favore di Obama, è notevole: 1369 a 1267, compresi i cosiddetti superdelegati (cioè delegati che non sono stati eletti con le primarie: congressisti, senatori ed importanti esponenti locali del partito) che finora si sono schierati. Quindi per la Clinton è l'ultima possibilità: una sua schiacciante vittoria le darebbe la possibilità di riaprire i giochi; un suo pareggio o una sua sconfitta spalancherebbe per Barack Obama la porta per le presidenziali di novembre.

Da tenere presente che le continue vittorie di Obama gli hanno permesso di recuperare nei sondaggi, sicchè ormai quasi ovunque è alla pari con la Clinton o addirittura in vantaggio. A ciò si possono aggiungere le difficoltà economiche della Clinton, che ha speso tantissimo per la propria campagna elettorale, ma che sta incassando sempre meno, tanto che anche alcuni dei suoi più fedeli sponsor stanno riconsiderando le loro scelte. Al contrario Obama viaggia col vento in poppa anche finanziariamente.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©