Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'intervento deciso dopo la risoluzione Onu del 20 dicembre

Hollande: "L'esercito francese in Mali contro gli estremisti"


Hollande: 'L'esercito francese in Mali contro gli estremisti'
11/01/2013, 20:26

PARIGI (FRANCE) - Con una dichiarazione a sopresa, il presidente francese François Hollande ha annunciato che l'esercito francese ha iniziato a combattere in Mali contro gli estremisti islamici che stanno tentando di conquistare il Paese. La ex colonia francese è intrappolata in una guerra tra estremisti islamici a nord (principalmente tuareg e alcuni gruppi wahabiti) e il resto del Paese. Lo scorso 20 dicembre, l'Onu ha prodotto una risoluzione che autorizza l'Unione Africana a stanziare un esercito per fermare gli estremisti islamici; contemporaneamente la Francia è stata autorizzata a mandare istruttori per addestrare l'esercito locale. Interpretando con molta elasticità la risoluzione, la Francia ha mandato immediatamente i propri soldati, armati e riforniti di tutto punto, ad ingaggiare battaglia per difendere la città di Konna, che attualmente è il punto su cui si sta concentrando l'attacco nemico. Nel frattempo si stanno dislocando anche i reparti dell'Unione Africana (circa 3300 uomini) provenienti da Nigeria e Senegal. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©