Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ovazioni soprattutto dai giovani

Hollande, notte di festa in Francia

Tra un mese le legislative, banco di prova della sinistra

Hollande, notte di festa in Francia
07/05/2012, 11:05

I socialisti tornano al potere in Francia. Grande festa la scorsa notte per François Hollande: il nuovo presidente è arrivato alla Bastiglia dopo la mezzanotte, in una festa di bandierine, colori e tantissime persone di ogni provenienza: francese, algerina, spagnola, italiana. Ha parlato solo dieci minuti ma ha sperato in una vittoria senza rancori e nell’unione. Hollande, come ha detto durante la campagna elettorale, ha ripetuto che vuole essere il presidente dei giovani. Ed è soprattutto dai giovani che arrivano le ovazioni, con cartelli e slogan come “le changement est maintenant”, il cambiamento è ora. Poco prima di Hollande è intervenuto anche Lionel Jospin: non succedeva da un decennio, quando venne battuto da Le Pen nel primo turno delle presidenziali del 2002. Jospin ricorda la piazza del 1981, quando vinse Mitterrand: “Trentuno anni dopo non siamo qui per rivincita – afferma -  ma aprire una nuova pagina”.
Il nuovo presidente entrerà in carica ufficialmente il 18 maggio. Quello stesso giorno François Fillon, primo ministro di Sarkozy, darà le dimissioni. Ma è un momento decisivo anche perché tra un mese ci saranno le elezioni legislative: allora si misurerà quanto e se davvero la Francia vuole svoltare a sinistra. “Ora dovete dare una maggioranza al presidente”, ha esortato Hollande dal palco poco prima che partisse la marcia della Marsigliese. Dal palco si vede il bacio tra Hollande e Ségolène Royale, che è stata per vent’anni la sua compagna e madre dei suoi figli. Poi la gioia si riversa in piazza e per le strade.

Commenta Stampa
di Gaia Bozza
Riproduzione riservata ©