Dal mondo / America

Commenta Stampa

Honduras: aumentano le pressioni internazionali sui golpisti


Honduras: aumentano le pressioni internazionali sui golpisti
02/07/2009, 09:07

Mentre in Honduras continuano le manifestazioni popolari contro il golpe che ha deposto il Presidente Manuel Zelaya, aumentano le pressioni degli altri Paesi a livello diplomatico. Anche l'Italia ha ritirato, in segno di protesta, il proprio ambasciatore dal Paese. Ma non è il solo Paese a reagire così: gli Stati Uniti hanno annunciato che sospenderanno l'assistenza militare che c'è verso l'Honduras; mentre l'Organizzazione degli Stati Americani ha dato un ultimatum al golpisti, pretendendo il ritorno al suo posto di Zelaya entro la giornata di sabato.
Il che coincide con le dichiarazioni del Presidente deposto che da Panama, dove ha assistito al giuramento del nuovo Presidente, Ricardo Martinelli, ha assicurato per prima della fine della settimana ritornerà in Honduras.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©