Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Honduras: manifestanti uccisi dalla Polizia, Zelaya non può atterrare


Honduras: manifestanti uccisi dalla Polizia, Zelaya non può atterrare
06/07/2009, 09:07

In Honduras continuano le tensioni provocate dal golpe. Ieri era previsto l'arrivo via aerea del presidente deposto, Manuel Zelaya, all'aeroporto di Tegucigalpa, dove si erano radunati migliaia di suoi sostenitori. Ma le autorità governative hanno negato all'aereo il permesso di entrare nello spazio aereo honduregno, e quindi a Zelaya non è rimasta altra scelta che tornare in Nicaragua e poi a El Salvador.
I manifestanti all'aeroporto sono stati bersagliati da una pioggia di candelotti di gas lacrimogeni; quindi i manifestanti hanno finito con lo sfondare una barriera di sicurezza. I militari hanno reagito sparando sulla folla e uccidendo almeno due persone.
Roberto Micheletti, neo presidente honduregno imposto dal golpe, ha minacciato i Paesi vicini a non intervenire nella vicenda, dopo che si è saputo che alcune unità militari del Nicaragua si sono mossi vicino al confine dell'Honduras.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©