Dal mondo / America

Commenta Stampa

Honduras: Zelaya. "C'è l'accordo"; Micheletti, "Nessun accordo"


Honduras: Zelaya. 'C'è l'accordo'; Micheletti, 'Nessun accordo'
15/10/2009, 16:10

Continuano le trattative tra i negoziatori del presidente honduregno deposto, Manuel Zelaya, e quelli dell' autonominatosi Presidente, dopo il colpo di Stato, Roberto Micheletti. Ma sembra un incontro tra sordi. Anche oggi, se ne è avuta la prova: gli intermediari e i negoziatori di Zelaya hanno parlatodi un accordo in dirittura di arrivo, bastava l'ok dei negoziatori di Micheletti. I quali però hanno detto che non c'è alcun accordo e che la trattativa continua.
Ma d'altronde è anche ovvio il gioco che stanno facendo. Avendo conquistato il potere inHonduras con un colpo di Stato, ovviamente Micheletti non accetterà mai di rinunciarvi. Questi colloqui sono assolutamente inutili, ma Micheletti non poteva dire di no, per salvare la faccia. Quindi ai suoi intermediari basta dire sempre di no e porre di continuo ostacoli nelle trattative per paralizzare tutto

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©