Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

L’allarme è a livello 8, su una scala che ne comprende 10

Hong Kong: una città paralizzata dal tifone Nesat

Scuole chiuse e trasporti fermi. Per ora nessuna vittima

Hong Kong: una città paralizzata dal tifone Nesat
29/09/2011, 16:09

HONG KONG – Scuole chiuse, trasporti pubblici fermi, interrotta qualsiasi tipo di attività (in molti casi sono state le aziende a chiedere ai loro dipendenti di non recarsi al lavoro): questo è il ritratto di Hong Kong al passaggio del tifone che sta colpendo la Cina. Nesat, il tifone che solo martedì scorso ha colpito le Filippine, causando diversi morti e altrettanti feriti, oggi è su Hong Kong, con una velocità che raggiunge i 350 km orari.
L’allarme Nesat a Hong Kong è stato lanciato nel corso della notte pari ad un livello 8 (su una scala che ne comprende 10) e di fatto, già alle prime ore dell’alba, forti venti e violente piogge hanno colpito la città, quasi paralizzandola. Fortunatamente per il momento non è stato registrato nessun decesso collegato a Nesat, ma sono diversi i feriti, colpiti dai detriti o rami di alberi strappati dalla violenza del vento.
Come era stato previsto, dunque,il burrascoso viaggio di Nesat sta proseguendo regolarmente verso la parte meridionale della Cina. Una volta superata la città di Hong Kong, nella quale l’allerta durerà di sicuro fino a domani, il tifone si dirigerà verso l’isola cinese di Hainan. Per il momento, i danni più ingenti causati da Nesat si registrano nelle Filippine: si tratta di danni all’agricoltura che si aggirano su quasi 2 milioni di euro; circa 190 mila persone sono state colpite in maniera più o meno pesante dal suo passaggio.
Cicloni tropicali colpiscono con regolarità Hong Kong, le Filippine e altre regioni costiere della Cina meridionale durante l’estate e all’inizio dell’autunno: in questo caso l’epicentro del tifone è a circa 370 km a sud ovest di Hong Kong.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©