Dal mondo / Estremo Oriente

Commenta Stampa

In Cina

Hu Jintao apre il 18/o congresso del Partito Comunista


Hu Jintao apre il 18/o congresso del Partito Comunista
09/11/2012, 16:17

PECHINO – Aperto in Cina,  dal  presidente uscente cinese Hu Jintao, il 18/o congresso del Partito Comunista (Pcc).   Hu Jintao,  davanti agli oltre 2000 delegati,  nel suo discorso  ha denunciato il pericolo della corruzione, accennando solo in modo marginale alle attese "riforme politiche", vale a dire a misure di liberalizzazione e democratizzazione della vita politica della seconda potenza economica mondiale.

"Se non affrontiamo il problema della corruzione - ha detto Hu Jintao parlando nella sala dell'Assemblea del Popolo su piazza Tiananmen, addobbata con bandiere rosse e un'enorme falce e martello - essa potrebbe provocare una crisi del Partito e anche un crollo dello Stato".

 "La riforma della struttura politica è una parte importante delle riforme generali e dobbiamo prendere iniziative positive e prudenti in questa direzione", ha aggiunto Hu.

Nel congresso, che si concluderà giovedì prossimo, Hu Jintao lascerà il posto di segretario del Partito al suo successore designato Xi Jinping, che in marzo assumerà anche la carica di presidente della Repubblica popolare.  

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©